Questa non è una pagina bianca

Il linguaggio Html contiene originariamente in sé l'idea di un testo nascosto. Ogni pagina web è sorretta da una o più pagine non visibili nelle quali sono inserite le istruzioni necessarie alla produzione della pagina visibile. In questo modo un testo intrinsecamente nascosto dà origine ad un testo manifesto diverso dal primo.

Questa caratteristica, propria del linguaggio Html di essere progettato come testo multiplo, consente di usare una pagina costruita in html pulito (privo di script) per veicolare un sottotesto sufficientemente leggibile. Ovviamente nulla impedisce di nascondere il testo in una marea di script, ma il fine in questo caso sarebbe un altro, quello di renderlo poco leggibile.

Le funzioni di un testo nascosto sono essenzialmente tre: a) strutturale, al servizio della formattazione della pagina web; b) Seo, per ingannare, sempre che ci si riesca, i crawler dei motori di ricerca; c) comunicativo, al servizio del testo visibile. Quest'ultima funzione è quella che mi interessa indagare in questa pagina.

Il testo può essere reso visibile o invisibile attraverso le diverse funzioni degli elementi del linguaggio Html e dei CSS, la struttura del documento (come in questo caso). Visualizzando direttamente la pagina sorgente invece si renderanno manifesti anche i testi altrimenti nascosti (sottotesti).

MP